“Una Diversa Casa?” 4 workshop artistici alla Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno 2006


progetto: workshop artistico e mostra promosso da

Università di Camerino – Facoltà di Architettura sede collegata di Ascoli Piceno, Provincia di Ascoli Piceno, CUP- Consorsio Universitario Piceno Comune di Ascoli Piceno, Comuni di: Acquasanta, Grottammare e Spinetoli.

con Emilio Fantin, Norma Jeane, Luca Miti e la coppia Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini.
Un progetto di Maria Chiara Calvani, curato da Benedetta di Loreto.

Il progetto in generale e i soggetti coinvolti:
Il progetto “Una Diversa Casa?” è una prima collaborazione tra varie realtà del territorio di Ascoli Piceno e non, nata con l’obiettivo di sviluppare attività culturali che valorizzino il territorio, che abbiano una diffusione sia all’interno che all’esterno della regione Marche, e che creino una sinergia tra le sedi storiche della città, le attività formative che si svolgono nel territorio e i protagonisti delle diverse realtà culturali italiane.
Il progetto è promosso dall’Università di Camerino- Facoltà di Architettura sede collegata di Ascoli Piceno in collaborazione con: la Provincia di Ascoli Piceno, il CUP-Consorzio Universitario Piceno, il Comune di Ascoli Piceno, il Comune di Acquasanta, il Comune di Grottammare e di Spinetoli, la rivista Drome art magazine e l’agenzia per l’arte contemporanea 1to1projects.

Il progetto “Una Diversa Casa?” si divide in tre fasi differenti:
– il workshop
– la produzione
– la diffusione

– Il workshop è la prima fase di un progetto che vede alcuni artisti confrontarsi con giovani studenti di Architettura sul tema della casa. Obiettivo è quello di riflettere sull’identità che questa assume nell’esperienza emotiva di chi la abita, aprendo la funzionalità dello spazio al senso che lo caratterizza attraverso i suoi abitanti.
Il workshop si svolge all’interno del Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura, Laboratorio di Fondamenti della Progettazione (Prof.ssa Anna Rita Emili) dell’Università di Camerino-Facoltà di Architettura, sede collegata di Ascoli Piceno. Quattro artisti coinvolti nel progetto (Emilio Fantin, Luca Miti con Maria Chiara Calvani, Norma Jeane e la coppia Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini) terranno tre giornate di workshop che coinvolgeranno gli studenti di Architettura del corso della prof.ssa Anna Rita Emili, gli abitanti della città di Ascoli Piceno, alcuni studenti dell’Istituto Comprensivo di Acquasanta, i giovani artisti della città di Ascoli Piceno.
Durante il workshop ogni artista lavorerà con un gruppo di studenti sullo sviluppo di un progetto che ha come tema la casa. Una parte degli studenti verrà impegnata nella produzione di materiale di documentazione delle giornate di lavoro.

– La seconda fase del progetto consiste nella produzione dei lavori degli artisti coinvolti e del materiale che documenta sottoforma di video e fotografie i lavori, per creare una sorta di diario delle giornate di workshop. Questo materiale costituisce il legame che connette il processo del laboratorio ai lavori degli artisti, e avrà una parte nella mostra. In questa fase di produzione, gli artisti lavoreranno ognuno al proprio progetto e collaboreranno con gli studenti seguendo le sinergie create durante il workshop. Saranno in contatto con i partecipanti al laboratorio e si confronteranno sullo sviluppo dei lavori che portano avanti. La fase di produzione mira a identificare i punti chiave del confronto tra architetti e artisti, con l’obiettivo di renderli espliciti nella fase successiva del progetto, sia attraverso i lavori realizzati che nell’elaborazione del confronto durante il processo di produzione.

– L’ultima fase del progetto, legata alla diffusione, comprende una mostra e il catalogo.
La mostra si svolgerà a Roma, all’interno di una casa privata utilizzata come spazio espositivo e di presentazione di artisti.
Nella mostra saranno coinvolti altri due artisti oltre ai partecipanti al seminario: Francesco Simeti e Alessandro Piangiamore. I singoli interventi sviluppati a partire dal workshop, verranno inseriti all’interno dello spazio abitativo.
La mostra vuole riflettere sul rapporto tra pubblico e privato, sul modo in cui elementi che appartengono alla vita culturale, sociale, economica, si inseriscono nello spazio della vita privata e interagiscono con essa. Ad ogni artista viene infatti chiesto di lavorare in una stanza della casa (cucina, salotto, bagno, camera da letto, studio) e di sviluppare un progetto che evidenzi l’identità culturale attribuita alla stanza scelta e come questa identità interagisce con le persone che la abitano.
In questa fase verranno evidenziati gli elementi su cui si è maggiormente incentrato l’incontro tra artisti e architetti, aprendo la riflessione sull’architettura e sull’arte come strumenti di approfondimento e di conoscenza della realtà e degli stimoli che vengono dalla quotidianità.
La mostra, a cura di Benedetta di Loreto in collaborazione con 1to1projects, avrà una durata di tre giorni.
Per venire incontro alle necessità di diffusione del progetto, il catalogo utilizzerà la rivista Drome art magazine come strumento di diffusione. Il numero di ottobre della rivista metterà a disposizione del progetto due pagine, che verranno utilizzate per illustrare il progetto. All’interno delle due pagine verrà inserito un poster pieghevole, che avrà la funzione di catalogo e conterrà immagini e descrizioni degli interventi dei singoli artisti e del workshop.
Il progetto è attualmente supportato da:
Università di Camerino, Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno
Provincia di Ascoli Piceno
CUP-Consorsio Universitario Piceno
Comune di Ascoli Piceno
Comune di Acquasanta
Comune di Grottammare
Comune di Spinetoli
Drome art magazine
1to1projects, platform for cultural production

Referenti del progetto
– Maria Chiara Calvani: ideatrice del progetto, responsabile logistica, relazioni con le istituzioni e di un laboratorio_ mariachiaracalvani@tin.it , +39 349 2678091
– Benedetta di Loreto: curatore mostra e laboratorio_ benedettadiloreto@hotmail.com, +39 349 3281766
– Flavia Garzella: ufficio stampa_ flavia_garzella@hotmail.com, +39 339 3771613

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: